Navigare Facile

Storia

Le Origini di San Giovanni Lupatoto

San Giovanni Lupatoto vide il suo territorio, così come quello limitrofo del Comune di Oppeano, occupato dalla presenza romana e per l'appunto molti storici affermano con quasi assoluta certezza che qui venne combattuta una battaglia tra Romani e la tribù germanica dei Cimbri.

I Romani infatti si espansero in tutto il territorio veneto e sotto l'Impero di Augusto le Tre Venezie (Veneto, Friuli, Istria) formarono la decima regione di Italia; quando però la potenza dell'Impero Romano incominciò a decadere arrivarono i barbari.

Notizie certe dei primi insediamenti si hanno intorno al X secolo ed ecco infatti comparire i nomi di alcune località come Raldon, Ca' di Fontana, Pozzo e la Paquara; nel periodo delle signorie Francesco Carrara, signore di Verona, investiva Domenico Quintavalle del diritto feudale sul territorio situato nei pressi della riva destra del fiume Adige e le colline moreniche di Sommacampagna. A Giugno del 1405 i Veneziani entrarono in Verona da Porta Vescovo e costrinsero il Carrara alla fuga. In questi anni per dare maggior autonomia civile-amministrativa agli abitanti del territorio veronese i Veneziani crearono Vicariati, e nel territorio di San Giovanni Lupatoto nacque il Vicariato di Ca' di Campagna.

Nel corso degli anni San Giovanni Lupatoto subì l'epidemia di peste che uccise più della metà della popolazione e fu interessato dalla lotta tra i Francesi e gli Austriaci; il Comune si riprese definitivamente nell'Ottocento e nell'Ottobre del 1866 come tutto il Veneto fu annesso al Regno d'Italia:primo Sindaco di San Giovanni Lupatoto fu il marchese Alfonso Zenetti.